news ideandum

28 Feb 2020
Landing Page Vincente | Ideandum

Landing Page vincente, la gerarchia delle informazioni

Ti è mai capito di navigare nel web e, dopo aver cliccato su di un annuncio, entrare in una sorta di sito, trovando le informazioni che rispondevano alla tua domanda?

Bene, allora ti sei imbattuto in una Landing page

Pronto ad atterrare? Si, perché landing page è anche definita come pagina di atterraggio, ma atterraggio dove?

Adesso lo scopriamo.

Che cos’è una Landing Page

Landing page è una pagina web che possiede la risposta perfetta ad una specifica domanda, la classica soluzione al tuo problema, solamente che oltre a darti la soluzione ti illustra anche le testimonianze, i punti di forza e i vantaggi a supporto di tale risposta.

Ma andiamo con ordine.

Tutte le attività di Web Marketing che hanno l’obiettivo di portare il fruitore a fare un qualche tipo di azione, da una chiamata a lasciare le proprie informazioni di contatto o mandare un messaggio, sono composte da informazioni e stimoli visivi strutturate in modo tale da accompagnare l’utente in modo naturale e sequenziale, passo dopo passo verso l’obiettivo, ovvero verso l’azione.

La struttura di queste informazioni che possono essere di vario tipo, immagini, testo, banner, video, pop up oppure recensioni, sono distribuite in modo ponderato, infatti hanno l’obiettivo di accompagnare e guidare l’utente verso un percorso decisionale e di apprendimento.

Più comprendo le informazioni che sono a supporto della risposta che ho cercato più mi convinco se andare fino in fondo, quindi compiere l’azione oppure no.

Landing Page: gerarchia delle informazioni

Ma quali sono le informazioni all’interno di una landing page che aiutano il processo di apprendimento portando ad un’azione?

Sono le seguenti:

  • La USP – Unique Selling Proposition
  • Immagine che rappresenti il tuo messaggio
  • I punti di forza della tua offerta
  • Testimonianze e recensioni
  • Form e CTA

Ma prendiamo ogni punto in modo dettagliato.

USP – Unique Selling Proposition / Head Line / Titolo

La Unique Selling Proposition è essenzialmente il messaggio che consente di distinguersi dalla concorrenza.  È un’affermazione specifica che spiega qual è l’elemento distintivo del tuo prodotto o servizio, e perché cambierà la vita all’utente che lo sceglie. 

La USP si può sviluppare in differenti voci:

  • Il titolo principale: spesso rappresentato dal problema che costituisce la domanda, ed la prima cosa che il lettore vedrà e leggerà della tua pagina.
  • Il sottotitolo esplicativo: il quale può essere utilizzato come frase di completamento del titolo principale o come frase persuasiva per enfatizzare il titolo
  • La frase rafforzativa: la soluzione del problema
  • Il discorso conclusivo: testo che da informazione aggiuntive a supporto della frase rafforzativa.

IMMAGINE

L’immagine ha il compito di trasmettere la giusta sensazione nei confronti dei nostri utenti e, in particolare modo, deve far capire all’utente che si trova nel posto giusto.

L’identità visiva della landing page deve sviluppare il minor attrito possibile tra titolo e l’immagine, in modo tale da favorire in modo semplice e veloce l’apprendimento del messaggio che si vuole comunicare all’utente.

L’immagine per garantire efficacia dovrebbe svolgere almeno una di queste funzioni:

  • Mettere in evidenza l’oggetto dell’offerta, mentre è in uso o in funzione 
  • Trasmettere emozioni all’utente, trasmettendo il benefit ricevuto
  • Presentare il professionista che effettuerà il servizio

PUNTI DI FORZA DELL’OFFERTA

Dopo aver accompagnato l’utente attraverso la USP e l’immagine evocativa, è importante riassumere con un elenco i punti di forza della tua offerta, concentrandosi sui vantaggi che il visitatore otterrà acquistando il prodotto.

Per rendere più esaustivo l’elenco di vantaggi per l’utente è importante aggiungere ulteriori spiegazioni relative alla proposta di valore, ad esempio descrivendo e approfondendo i vantaggi uno per uno.

vantaggi descrivono i problemi che si andranno a risolvere, mentre gli approfondimenti descrivono come eseguirli.

TESTIMONIANZE E RECENSIONI

Ormai, negli ultimi tempi, le armi di persuasione più potenti ed efficaci per quanto riguarda il web, sono le recensioni e testimonianze.

Per comunicare fiducia e sicurezza ai nostri utenti dobbiamo ridurre il loro senso di rischio, sbloccando le loro inibizioni nei confronti di un acquisto o nel lasciare il proprio contatto, rendendolo come un gesto sicuro e privo di rischi.

L’utilizzo di testimonianze aumenta la verità e la realtà del messaggio che si vuole trasmettere, rendendolo concreto e tangibile.

Molto importante è utilizzare le recensione con foto e nomi, dando una prova tangibile delle persone che hanno usufruito del servizio come dare un volto e una personalità a quello che stiamo per acquistare.

Più referenze abbiamo, più avremo la possibilità di ridurre l’esitazione del nostro utente.

FORM E CTA

Siamo arrivati al momento decisivo, ovvero dove il nostro utente compie l’azione, in questa fase la struttura e l’usabilità dell’invito all’azione sono cruciali.

Ci sono differenti tipologia di inviti, possiamo avere la CTA (call to action) oppure il Form di contatto.

Possiamo trovare le CTA sparse in vari punti della nostra landign page, possono presentarsi come semplici bottoni di forma rettangolare o rettangolare con angoli smussati e di vario colore in modo che risaltino con lo sfondo. In questi bottoni, nella maggior parte dei casi, vengono inseriti testi come “chiama ora, contattaci, prenota”, in modo da stimolare e coinvolgere l’utente.

Per il form di contatto invece, si intende quell’area composta da più voci, dove l’utente potrà inserire i suoi dati, nome, mail, numero di telefono.

Anche la struttura di questo elemento è particolarmente importante perché, a differenza delle Cta, nel form sono presenti più campi da compilare e quindi il tempo di completamento sarà più lungo e ,diciamo, più difficoltoso. In questa fase se la struttura del form non è bene realizzata può comprometterne la compilazione.

nikwp