news ideandum

27 Feb 2020
Creare newsletter efficace | News | Ideandum

COME CREARE NEWSLETTER EFFICACI

Marketing Manager, Digital specialist, Blogger, Freelancer… Ormai tutti dicono la loro:

  • tassi di apertura oltre il 50%;
  • lead generation da paura;
  • metodi da nostradamus.

Nel nostro articolo troverai piccoli, semplici step per creare newsletter efficaci. Perché no, la newsletter non è morta! Il Dem per come era inteso una volta probabilmente sì, i messaggi massificati, l’impostazione grafica gradevole ma non funzionale, tutto ciò è obsoleto. Ma seguendo questi piccoli passi tornerai ad ottenere dei lettori interessati, delle audience costruite a regola d’arte, dei lead caldi pronti a convertire! Continua a leggere per saperne di più.

 

7 STEP PER CREARE NEWSLETTER EFFICACI

1. CAPISCI SE LA TUA AZIENDA HA BISOGNO DI UNA NEWSLETTER E FISSA DELLE ASPETTATIVE

La prima domanda da porsi per creare delle newsletter efficaci è chiedersi se vuoi inviare una newsletter carica di contenuti interessanti, o se la strategia è quella di imitare la concorrenza e basta. Se ti riconosci nella prima opzione, allora puoi continuare a leggere!

Innanzitutto, sarà importante assegnare alla newsletter degli obiettivi chiari e misurabili: awareness, lead generation, retention? Le newsletter efficaci non sono LA strategia, sono UNA strategia racchiusa all’interno di un disegno con un obiettivo più ampio, che vede la newsletter uno dei mezzi per raggiungerlo.

Conoscere ciò che si desidera ottenere consente di concentrare i propri sforzi, fissare obiettivi e misurare il successo. Ricorda la proporzione magica: una newsletter efficace è per il 90% informativa e per il 10% promozionale.

 

2. COME CREARE LA TUA AUDIENCE

La lista dei contatti non deve essere comprata o trovata. Va costruita con una lead generation fatta bene da zero, con clienti che hanno lasciato il proprio recapito perché hanno visto una corporate di cui fidarsi, un’azienda che rispecchia i suoi valori, un prodotto o servizio di qualità.

 

3. CREA DEI CONTENUTI BILANCIATI PER LE TUE AUDIENCE

Le comunicazioni in stile PUSH ormai non attirano più. Occorre dare informazioni specifiche, spiegare chiaramente i vantaggi della soluzione proposta, offrire una scelta concreta che risponda a bisogni specifici.

 

4. EVIDENZIA IL VANTAGGIO NELL’OGGETTO DELLA NEWSLETTER

Formulare una domanda nell’oggetto o suggerire un comportamento può fungere da trigger e catturare l’attenzione del lettore.

Esempi di oggetti che permettono di creare newsletter efficaci sono “vola via dal freddo” per una compagnia aerea, oppure “fatti guidare dai dati e non dall’istinto” per una informativa di un corso digitale, o ancora “vuoi aumentare le tue vendite? Scopri questo tool” per un provider di servizi informatici. In questo modo potrai inserire anche il tuo brand!

 

5. MOBILE FIRST! COME VIENE VISTA DALLO SMARTPHONE?

Ormai oltre il 60% delle mail viene aperto da un dispositivo. E naturalmente si prevede che questo tasso crescerà ancora. Per creare newsletter efficaci è consigliabile ottimizzarle per dispositivi mobili. Ma come?

  • Limitando i contenuti: da mobile non puoi riempire il desktop come nei pc!
  • Limitare le dimensioni delle immagini per ridurre i caricamenti
  • Usa la forma PAS! E cioè?

 

6. FORMULA PAS PER IL CORPO! PROBLEM – AGITATE – SOLVE

 

Problem: le newsletter efficaci individuano subito il problema.

Agitate: vai deep! Spiega il perché del problema e trova una o più ragioni correlate che facciano intravedere la soluzione.

Solve: Una volta shakerati per bene, i lettori devono essere guidati verso una soluzione chiara, lineare, efficace.

E quando il lettore sta per uscire dalla mail, usa una di queste parole, e ricatturerai la sua attenzione: “le cose stanno così”, “ti starai chiedendo”, “ma non finisce qui”, “la parte migliore”.

 

7. CTA SI O CTA NO? È LA PARTE PIÚ IMPORTANTE

 

Una newsletter senza CTA è come un attaccante che non segna! Va bene il gioco di squadra, va bene giocare di sponda, ma se non la metti dentro la partita non la vinci!

E come creare una CTA che assicuri un buon tasso di click? Non bisogna scadere nell’ovvio, e non bisogna magnificare l’azione. Meglio preferire a “scarica la brochure” o “acquista il tuo biglietto” una spiegazione dei vantaggi dell’azione: “impara la strategia” per un e-book informativo, oppure “migliora la tua performance” se sono consigli per un allenamento in palestra.

Con questo articolo speriamo di aver suscitato il vostro interesse, e chissà che da domani stesso non vi venga già voglia di sperimentare!

Ricordate, il vero motto è:

Testa, traccia e raffina sempre la tua newsletter! Si impara dagli errori, si migliora provando, si raggiunge l’obiettivo perseverando!

Buona newsletter a tutti!

Conosci Ideandum Corporate?

Scopri come potenziare il marketing della tua azienda!

riccardo